compiti

Istituito da Papa Paolo VI nel 1971, il Pontificio Consiglio Cor Unum, nelle parole di Benedetto XVI, ha il compito di orientare e coordinare le organizzazioni e le iniziative di carità della Chiesa cattolica. In questo senso, le competenze del Dicastero riguardano tre aree principali.

a) La prima è di realizzare opere di carità a nome del Papa, per la promozione integrale della persona, in particolare in caso di calamità naturali, emergenze da conflitti, crisi economiche e sociali. In questo ambito fanno capo al Pontificio Consiglio anche due Fondazioni: la Giovanni Paolo II per il Sahel, nata nel 1984; e la Populorum Progressio per l’America Latina, istituita nel 1992.

b) Cor Unum promuove poi un rapporto di collaborazione tra gli organismi cattolici di carità, per i quali è il Dicastero di riferimento nella Santa Sede, svolgendo talvolta un ruolo di coordinamento su specifici aspetti, come per esempio nel caso della crisi siriana. Il Pontificio Consiglio ha in tal senso una speciale competenza verso Caritas Internationalis, la confederazione che riunisce oltre 160 organismi caritativi nazionali, che rappresenta la maggiore organizzazione umanitaria confessionale al mondo.

c) Un terzo ambito di attività è la promozione della catechesi sulla carità e della teologia della carità, che sta alla base della notevole attività della Chiesa a favore della persona. In questo settore Cor Unum ha il compito di diffondere annualmente il Messaggio per la Quaresima del Santo Padre e di animare le diverse istituzioni ecclesiali di aiuto a mantenere il proprio profilo specifico.

la carità in pillole

Fondazioni

Il Santo Padre ha istituito nel 1984 la Fondazione Giovanni Paolo II per il Sahel per la lotta contro la siccità e la...

Continua